Pierina Morosini. Martire della purezza

«Piuttosto che commettere peccato, mi lascio ammazzare». Così si esprimeva Pierina Morosini, giovane italiana dell’Azione Cattolica, innamorata di Gesù Eucaristia e del Santo Rosario. La sua ammirazione per Santa Maria Goretti e il suo desiderio di santità la portarono, il 4 aprile 1957, a imitare in modo perfetto la sua «piccola santa» attraverso il medesimo martirio «in defensum castitatem», in difesa della sua castità. Con «Progetto Sveglia!» scopri Pierina Morosini, giovane martire della purezza. San Giovanni Paolo II non dubitò nel proporla ai giovani come esempio, per la sua fede e per la sua purezza di cuore.

Elena Spirgevičiūtė. Martire della purezza

Elena Spirgevičiūtė, giovane cattolica di Kaunas (Lituania), Paese assediato dal comunismo e dal nazismo più aggressivi, ascolta solo una parola che risuona del suo intimo: purezza. Muore all’età di diciannove anni per difendere il suo onore come donna e come cristiana. È assassinata da un agente comunista che successivamente sarà insignito del titolo di «Eroe dell’Unione Sovietica». Ma la Serva di Dio, Elena Spirgevičiūtė, diventerà simbolo dell’onore del sofferente popolo lituano, della Chiesa cattolica e delle anime pure che custodiscono il loro corpo come tempio di Dio.

Riempiti della forza delle «Martiri della purezza» con il «Progetto Sveglia!».

Martiri della purezza. In defensum castitatis

5 luglio 1902. A Nettuno (Italia) una adolescente di 11 anni è molestata da un giovane che finisce per pugnalarla brutalmente. Poco dopo la Chiesa riconobbe il suo martirio con il titolo «In defensum castitatis». Seguendo le orme e l’esempio di «Marietta» (Santa Maria Goretti), molte altre giovani daranno la loro vita in difesa della loro purezza: Antonia Mesina, Pierina Morosini, Veronica Antal, Marta Obregón, Anna Kolesárová, Elena Spirgevičiūtė, Santa Scorese, Teresa Bracco e molte altre. 

Il video-clip di «Progetto Sveglia!», «Martiri della purezza. In defensum castitatis», ti rivela la bellezza di queste anime che, per amore verso Cristo, difesero la loro dignità di figlie di Dio pagandola al prezzo della loro vita.

Colletta per la Terra Santa

Il «Progetto Sveglia!» desidera invitarti a collaborare con la Custodia Francescana della Terra Santa nel sostegno a tutta quella Chiesa Madre che ha bisogno del nostro aiuto economico e anche spirituale e di presenza.

Ogni Venerdì Santo la Chiesa Cattolica destina i donativi raccolti quel giorno per sostenere tutti i progetti e gli aiuti portati a termine dalla Custodia della Terra Santa, nella cosiddetta «Colletta per la Terra Santa» o «Colletta del Venerdì Santo». Unisciti alla Terra di nostro Signore e ai testimoni di Cristo in essa. Puoi fare il tuo donativo entrando nel sito www.custodia.org.

"Libertà e Fede" con il Card. Angelo Scola

Nell’ambito del «Progetto Sveglia» abbiamo intervistato in esclusiva il Card. Angelo Scola, Arcivescovo Emerito di Milano, che in questo videoclip riflette sulla libertà e sul suo rapporto con la fede, un nesso importante, visto che Gesù Cristo stesso vincolò al seguirLo l’ottenimento della vera libertà. Nel suo intervento il Card. Scola ci invita ad offrirci al «martirio della speranza», come i nostri fratelli che soffrono la persecuzione a causa della loro fede in Medio Oriente, Egitto, Algeria... e in tante altre parti del mondo. Riscopri attraverso il «Progetto Sveglia» la speranza che brilla con la forza di Colui che «fa nuove tutte le cose».

Maria, Donna di Gerusalemme. Preghiera di Don Andrea Santoro

Il “Progetto Sveglia” vuole onorare Colei che è “Madre e Aiuto di tutti i cristiani” con una preghiera composta da Don Andrea Santoro, sacerdote italiano assassinato per odio verso la fede nel 2006, a Trabzon, Turchia. La preghiera fu composta da Don Andrea Santoro nella “Meryem Anà” (“Maria Madre”), la casa in cui visse Maria Santissima insieme a San Giovanni a Efeso (Turchia), nel periodo in cui egli fu “presenza di Gesù” nella “Terra Santa degli Apostoli” – come egli stesso amava chiamare la Turchia -, terra nella quale anch’egli versò il suo sangue per amore a Gesù Cristo. Prega con noi per i nostri fratelli perseguitati attraverso il “Progetto Sveglia”.